Itinerario SUDAFRICA fai da te: 1 PARTE

Itinerario SUDAFRICA fai da te: Prima parte del nostro grande viaggio nel sud del continente Africano. In questo itinerario:

da Cape Town alla Garden Route fino a Port Elizabeth passando attraverso lo Tsitsikamma National Park. 

Metropoli, panorami mozzafiato, natura incontaminata, animali selvaggi e un popolo che ci ha accolto a braccia aperte. L’Africa fa bene agli occhi e bene al cuore, un viaggio che ci ha regalato l’opportunità di raccontare la nostra esperienza a “Il mondo insieme”, il programma di Licia Colò ( Clicca QUI per vedere le due puntate )

kruger sunset

PASTICCIO DI SUDAFRICA

CIBO: Senza dubbio oltre le aspettative. Siamo rimasti a bocca aperta dalla qualità del cibo Sudafricano. Pascoli e acque fredde regalano carni e pesci eccellenti, soprattutto filetti di manzo e di struzzo, cozze (enormi), tonno, spada e crostacei giganti. Il vino fa concorrenza al nostro Toscano e pasta e pane sono ottimi. La cucina è molto influenzata delle colonizzazioni europee e lo standard qualitativo è davvero alto.

SICUREZZA: Le raccomandazioni sono sempre le solite. Cercate di non girare a piedi per le grandi città (soprattutto di notte) e non esternate i vostri beni! Non abbiamo mai vissuto situazioni spiacevoli ma se avete idea di visitare Johannesburg, farei attenzione! Il tasso di criminalità è molto, molto alto e anche girando in città normalmente si ha la percezione di essere in un posto poco sicuro.

 itinerario sudafrica fai da te

itinerario sudafrica fai da te

TRASPORTI: Il nostro è stato un Fly & Drive. Da Cape Town abbiamo guidato fino a Port Elizabeth, lasciato la prima auto all’aeroporto, preso un volo interno per Durban, ritirato la seconda micro machine che abbiamo poi rilasciato all’aeroporto di Johannesburg. Il noleggio ha una media di 25€ al giorno (molto più bassa rispetto a tanti altri paesi) e la benzina costa poco.

#AutoTIP: Il senso di marcia invertito non è un problema, dopo solo un paio di ore di guida si ha già confidenza con il cambio e gli istinti suicida nel prendere corsie opposte. Le strade sono al 95% in ottime condizioni, raramente abbiamo trovato una buca. Per la macchina che userete al Kruger, fate l’assicurazione per le gomme ed i vetri, molto probabilmente vi servirà! Noi abbiamo forato in Swaziland e la gomma ci è costata quasi 100€ contro i 15€ di assicurazione!

COSTI: Per lo standard africano i prezzi sono alti, ma per noi europei rimane comunque una vacanza dai costi contenuti (certo non la più economica). Attualmente si trovano voli intorno alle 500€, un prezzo buonissimo! Il noleggio auto è la seconda spesa più importante, rispetto ad altri paesi è molto più economico e fortunatamente la benzina non costa molto. Si dorme con una media di 40€ a notte per una doppia con colazione inclusa e in strutture qualitativamente alte. Mangiare non costa molto. Lo street food è poco presente e per una cena in un locale si può spendere dalle 15 alle 500€ a testa, basta non scegliere il ristorante sbagliato!

CLIMA: Le stagioni sono invertite rispetto all’Italia. Quando da noi è inverno da loro è estate e viceversa. Uno dei periodi migliori per visitare il Sudafrica è aprile, maggio. Clima fresco e ventilato a Cape Town e in tutto il Capo Occidentale. Caldo secco nella zona dei grandi parchi dell’est. Inoltre in questo periodo dell’anno il rischio di contrarre la malaria è praticamente inesistente e infatti non si incontrano zanzare.

itinerario sudafrica fai da te, dove andare in sudafrica, cosa vedere in sudafrica, da città del capo alla garden route, cosa mangiare in sudafrica, itinerario 2 settimane sudafrica, 10 giorni

CAPE TOWN & CAPE POINT

CAPE TOWN

Il nostro viaggio inizia da Cape Town. Eclettica capitale pettinata dal vento dell’oceano e protetta dalla “tavola”. Cape Town è moderna ed estremamente bianca, è una città che ha tantissimo da offrire: i colori del quartiere Bo Kaap, il Victoria & Alfred Waterfront dove mangiare in uno dei bellissimi localini, le vie del vecchio centro dove fare shopping, la Table Mountain dove ammirare tutta la città e la sua splendida baia. E poi Victoria road, una strada panoramica con paesaggi unici e per gli amanti del vino, Stellenbosh, una zona vitivinicola che sappiamo essere molto bella.

case colorate cape town

IL QUARTIERE DI BO-KAAP

 itinerario sudafrica
montagna città del capo

VISTA DALLA TABLE MOUNTAIN

#HOTELTIP: ASHBY MANOR Questa residenza nasce nella zona di Sea Point, a due passi dall’oceano. Qualità prezzo notevole se si pensa che con 35€ a notte per una doppia (colazione inclusa) si soggiorna in una villa bellissima.

ASHBY MANOR

CAPE POINT

Da Sea point, costeggiando l’oceano Atlantico su un’affascinante strada panoramica, abbiamo proseguito verso sud sulla M6 e dopo quasi 2 ore di viaggio attraverso paesaggi incredibili siamo giunti al tanto atteso Capo di Buona Speranza, laddove l’Africa finiva. Quel giorno pioveva e la nebbia rese l’incontro con l’oceano un momento magico.

Strade panoramiche

HOUT BAY

cape point città del capo

CAPO DI BUONA SPERANZA

Dopo la foto di rito abbiamo risalito la costa est verso Simon’s Town, precisamente fino a Boulders beach, dove vive un’enorme colonia di pinguini africani. Non esistono molti posti al mondo dove vedere da vicino questi piccoli maggiordomi, quindi se passate da queste parti, venite a far loro un saluto perché altrimenti se ne offendono. Poco più a nord abbiamo raggiunto la spiaggia di Muizenberg, noto spot per surfisti.

spiaggia pinguini città del capo

sudafrica casette colorate

CAPE TOWN > CAPE AGULHAS (220km – 2.40h circa)

CAPE AGULHAS

La strada è finalmente protagonista del viaggio.

E’ aprile e non è tempo di balene, sono ancora troppo timide per farsi vedere da queste parti, quindi saltiamo Hermanus e proseguiamo verso sud. Da Città del Capo si arriva a Cape Agulhasnel punto più a sud di tutto il continente africano. A pochi metri dalla costa c’è il faro che si staglia in mezzo al parco. L’ingresso costa solo 1,50€ e salendo fino in cima, oltre a godere di un’ottima vista, si può testare la potenza dei venti che spesso sfiorano i 200 km/h. Ovviamente non fatelo se avete un parrucchino!

lighthouse africa

L’ULTIMO FARO

wind

VENTI A 200KM/H

itinerario sudafrica fai da te

L’INDIANO INCONTRA L’ATLANTICO

CAPE AGULHAS > SWELLENDAM (115 km – 1.20h)

SWELLENDAM > DE HOOP (60 km sterrato – 1.10h circa )

DE HOOP NATURE RESERVE

Prima di raggiungere il parco si guida per 70 km. La strada è prevalentemente sterrata e durante il tragitto abbiamo incontrato più di un quintale fra mucche e pecore e soltanto due jeep (noi guidiamo una scatolina chiamata Ford Figo). La riserva naturale del De Hoop si estende lungo la costa a sud di Swellendam. Le dune che la separano dall’oceano sono altissime e formano un fantastico deserto bianco. All’interno della riserva si possono incontrare zebre, struzzi, antilopi, leopardi ed è anche un ottimo posto dove avvistare le balene. I panorami e le campagne che circondano la zona sono impareggiabili.

itinerario sudafrica fai da te

LA RISERVA CON IL DESERTO BIANCO SULLO SFONDO

dune deserto mare sudafrica

TIP: Se come noi arrivate da Città del Capo e siete in tragitto per il De Hoop e avete tempo a sufficienza per visitarlo in giornata (ci vogliono più o meno 4/5 ore) vi consigliamo di entrare nella riserva dal cancello ovest, sulla R319, qualche km subito dopo Bredasdorp. Se non avete tempo a disposizione dormite a Swellendam ed entrate il mattino successivo dal cancello nord.

Solo viaggiando si capisce la potenza primitiva di questo paese. In questi ultimi due giorni abbiamo visto l’Africa dal finestrino guidando oltre 700 km. Il rapporto che ha questa gente con la natura è indescrivibile. Tutto scorre lento, non esiste fretta, solo gli animali corrono.

stade sudafrica de hoop

DE HOOP > MOSSEL BAY ( 216km – 2.30h )

GARDEN ROUTE

La Garden Route è una delle strade più famose al mondo e lo deve alla sua grande varietà di vegetazione, fauna ed attività presenti in “soli” 300 km. Questa costituisce un tratto della N2 che parte da Mossels Bay e finisce poco dopo Plettenberg Bay.

Vediamo insieme cosa vedere nei dintorni della Garden Route.

garden route

4 PASSES

MOSSEL BAY > OUDTSHOORN  ( 93km  1.10h ) itinerario sudafrica fai da te  dove andare

OUDTSHOORN

Siamo ad Oudtshoorn, capitale mondiale dello struzzo. Qua ci sono struzzi ovunque: sulle insegne, sui muri, sulle t-shirt e perfino nei menù.

Siamo qui per visitare la Cango Ostrich Farm, il paradiso di questo grande pennuto. In questa fattoria si possono conoscere tutti gli aspetti della vita di questo affascinante e primordiale animale e se siete fra i più impavidi (o bischeri) come noi, potete anche cavalcarli!

sudafrica viaggio

NON E’ CIOCCOLATO BIANCO

sudafrica struzzi

SCREENSHOT DEL VIDEO

 itinerario sudafrica fai da te

Lo struzzo di Ema appena sbendato è partito mirando l’uscita e lo ha scaricato a terra tipo Hulk Hogan! La Costi invece non ha fatto in tempo a impugnare le ali che “il pennuto ha impennato” a tutta velocità tanto che i ragazzi dello staff l’hanno dovuta placcare prima che spiccasse il volo! Scene memorabili. Sul nostro canale YouTube vi ricordiamo che trovate Sudafrica Story, tutta la serie video di questo viaggio.

OUDTSHOORN > KNYSNA  ( 125km + 25km per le foreste – 1.40h )

KNYSNA & PLETTEMBERG BAY

KNYSNA

Dopo la mattinata a bordo di uno struzzo ci siamo fermati a Knysna per uno spuntino e nel tardo pomeriggio abbiamo proseguito verso nord per fare trekking nelle sue foreste. Purtroppo era tardi e le guide erano già rientrate in città, così ci siamo fatti consigliare dal ranger un percorso meno impegnativo da percorrere da soli. Percorso che abbiamo fatto fino a quando un enorme babbuino, all’improvviso, è uscito a 100km/h dai cespugli facendoci scappare come due pazzi verso l’auto.

foreste sudafrica ponte sospeso

La notte l’abbiamo passata nella bellissima baia di Plett cenando in un locale con cucina Mozambicana (veramente si dice così !?).

#HotelTIP: Emitem Guest House – Ambiente davvero carino a due passi dalla via principale e dal mare. Proprietario gentilissimo e disponibile! La stanza in cui abbiamo dormito era spaziosa e super moderna! Prezzo per una doppia a notte 34€.

itinerario sudafrica fai da te itinerario sudafrica fai da te itinerario sudafrica fai da te

PLETTEMBERG BAY

Aria fresca, vento e spiaggia vuota. La baia di Plett in questi periodi è un ottimo posto per riposare le idee.

sudafrica itinerario

A due passi si trova il Monkeyland, un santuario dedicato ai primati. Non è il solito parco. In questa piccola foresta vengono accolte scimmie da tutto il mondo. Lemuri, cappuccini, gibboni, macachi, babbuini e si possono fare incontri ravvicinati con molti di loro! E’ davvero una visita emozionante e se passate di qua vi consigliamo di visitarlo.

sudafrica animali

 

itinerario sudafrica fai da te

PLETTENBERG BAY > STORM RIVER ( 65km – 40 min.)

itinerario sudafrica fai da te cosa fare in sudafrica  itinerario sudafrica fai da te

TSITSIKAMMA NATIONAL PARK

SUSPENSION BRIDGE

L’ingresso al parco costa 2€. Dopo una camminata di circa 40 minuti attraverso un sentiero con travi di legno che costeggia la parete rocciosa, si arriva ai 3 ponti sospesi sul fiume Storms. Il percorso è semplice ed il contesto bellissimo. Se si vuole continuare la camminata, la strada porta sul colle più in alto dove si domina tutto l’oceano. State attenti alle procavie!

 sudafrica ponte sospeso

tsitsikamma

itinerario sudafrica fai da te 

CANOPY TOUR 

All’interno delle foreste dello Tsitsikamma si può svolgere un’attività che adoriamo, lo zip line! Con Tsitsikamma canopy tour abbiamo messo in moto le ali! Oltre alle risate e alla gente che urla “i believe i can fly!” tutto viene fatto nel rispetto degli alberi a cui hanno dato addirittura un nome! Altra bellezza di questa grande, grandissima esperienza di viaggio. In fondo, chi di noi non vorrebbe saper volare?

itinerario sudafrica fai da te

zip line sudafrica

 

HotelTIP: Storm River Village è davvero un paesino minuscolo e sono poche le strutture dove soggiornare a buon prezzo, menomale che ci siamo noi! L’Andelomi Forest Lodge è una location meravigliosa ed è gestita da una coppia di pensionati. Si soggiorna in una sorta di fattoria con cavalli e asini che pascolano fuori dalle stanze. Lodge piccolo ma carino anche se vecchio stile. Ottima la colazione. Inoltre se la sera siete in zona vi consigliamo di andare allo Tsitrus Cafè per mangiarvi una super pizza (ragazzi è buonissima) e comprare la mostarda al limone!

southafrica itinerario sudafrica fai da te cosa vedere dove dormire dove andare sudafrica itinerario 

STORMRIVER > PORT ELIZABETH  ( 180km – 2h )

La prima parte del nostro itinerario Sudafrica fai da te finisce in un motel vicino all’aeroporto di Port Elizabeth, in attesa di un volo per Durban la mattina successiva.

Fateci sapere se questo itinerario vi è stato utile e se siete già in partenza per il Sudafrica!

Se avete bisogno di altre informazioni scriveteci pure nel box qua sotto o direttamente sulla nostra pagina Facebook.

Qua trovate la seconda parte del viaggio! Ngiyabonga Africani bianchi!

 

 

You may also like

30 commenti

  1. Ciao ragazzi, bellissimo viaggio, davvero!
    Anche noi stiamo valutando questa meta…avete fatto qualche vaccino o profilassi per andare in Sudafrica?
    grazie mille!

    1. Ciao Chiara 🙂 grazie davvero! Noi siamo stati in Sudafrica a maggio, nel periodo malaria free, e non abbiamo fatto nessun vaccino ne la profilassi!

  2. ciao un domanda per il De Hoop. avete scritto che servono 4/5 ore. ma intendete compreso il tragitto da Città del Capo o come tempo di visita vero e proprio del parco. noi pensavamo di partire da Hermanus in tardi mattinata vederlo e poi dirigersi a Mossel Bay. quanto è durata più o meno la visita?

    1. Ciao Angelo! 4 o 5 ore ci vogliono da quando si fa la deviazione dalla strada principale per arrivare sulla costa, dove si trovano le dune. In quelle ore è compresa la visita, il parco vi prende senza dubbio una mezza giornata!

  3. Un viaggio da sogno😍 io andrò in agosto, devo ancora definire il percorso e mi ispirerò di certo a voi!
    Posso sapere orientativamente i costi sostenuti lì?

    1. Ciao Vale! Senza dubbio ve ne innamorerete! Sai per i costi è soggettivo a seconda delle scelte che si fanno (alloggi, mangiare, escursioni). Per mangiare e dormire si spende relativamente poco, la spesa più grossa rimane la macchina a noleggio con assicurazione e benzina. Avete visto la serie su Youtube ? 🙂

    2. Ciao, siccome a fine luglio parto per il sudafrica, volevo sapere se la strada sterrata è comunque percorribile (non troppe buche o sassi). Grazie mille.

      1. Ciao Omar! Le strade in Sudafrica sono in perfette condizioni! Solo quando si esce dalle strade principali e si entra in qualche paesino si possono trovare un pò di buche, ma niente di drammatico! La sterrata per il De Hoop si percorre molto bene, solo il pezzo finale vicino al deserto è messo malino! Inoltre mi ricordo una strada strapiena di buche al confine con lo Swaziland, e me la ricordo bene perchè era la sola! Buon viaggio 🙂

  4. Ciao Ragazzi! Forse sono un pò babba, ma non trovo da nessuna parte l’indicazione di quando siete stati in sud africa e per quanti giorni! Me lo potreste far sapere? grazie mille

    Federica

    1. Ciao Fede 🙂 in tutto ci siamo stati 18 giorni, 9 fra C.Town e la Garden e 9 da Durban a Johannesburg. Un abbraccio

  5. Ciao stiamo pensando in 6 coppie (non più giovanissime) di organizzare un viaggio in Sudafrica a febbraio che tocchi Città del Capo, Garden Route fino a Port Elisazabet poi volo per Johannesburg con visita Pretoria ecc. poi Parco Kruger x safari, panoramic route e Cascate Vittoria 15 giorni c.a.
    Per evitare che uno di noi guidi ci vorremmo affidare a un autista con pulmino che ci accompagni nei nostro tour naturalmente lasciandoci agli aeroporti e poi al ns arrivo nella nuova destinazione nuovo transfer ecc.
    Hai qualche suggerimento su chi potremmo contattare di affidabile e con costi accettabili? grazie mille e complimenti per il tuo sito

    1. Ciao ragazzi non più giovanissimi 😉 grazie tante per i complimenti! Su questo aspetto del viaggio ci trovate un pò impreparati! Siamo soliti organizzare tutto da soli e non abbiamo mai viaggiato con un autista. Avete spulciato i forum di Tripadvisor per esempio? Si trovano un sacco di consigli utili 🙂 Possiamo dirvi una cosa però, 15 giorni per tutte quelle tappe sono un pò pochini! Secondo noi dovreste fare una cernita, perchè diventerebbe una lotta contro il tempo!!! Un grandissimo saluto

    2. Ciao grazie per la risposta; da incoscienti faremo questo tour di 14 gg e alla fine abbiamo noleggiato pulmino(siamo 6) a Città del Capo fino a Port Elizabeth (Addo), poi volo per Johannesburg e auto per Panorama Route e Shiduli Private Game (2 notti con 4 safari – non siamo giovanissimi per cui ci facciamo un po coccolare), rientro a Johannesburg e volo per Victoria Falls x 2 giorni, rientro a JNB visita con guida privata Pretoria, Soweto ecc. e poi rientro Italia.
      Partiamo il 25 febbraio e rientriamo il 12 marzo con Emirates.
      Anche a Città del capo abbiamo preso una guidache ci affianchi per accelerare i giri non avendo molto tempo. So che è molto stretto come tempi…… Spero di riuscire a vedere The Hoop Reserve e Tsitsikamma national park. Ciao

  6. Ciao ragazzi! Avevo il dubbio su dove andare a fine anno è il vostro articolo mi ha fatto venire voglia di partire domani!
    Secondo voi escludendo Johannesburg riesco a fare tutto o quasi in due settimane?

    1. Ciao Giovanni! Siamo rientrati alla base, scusa se rispondiamo solo adesso ma in Borneo non c’è molto campo 😉 Ci fa piacere la carica positiva, secondo noi 2 settimane sono un po’ pochino per vedere tutto quello che abbiamo visto noi…ti servirebbero almeno 18 giorni ! Un saluto

  7. Ciao ragazzi! Stiamo preparando il nostro viaggio in Sud Africa ed abbiamo letto tutto d’un fiato il vostro articolo, che ci ha convinti ancora di più!
    In che periodo siete andati voi?
    Noi partiremo a metà agosto e staremo circa 3 settimane…ci avrebbe fatto piacere fare un salto al mare, ma non so se riusciremo a farcelo rientrare.
    Un saluto e ancora complimenti!!!
    G&E

    1. Ciao ragazzi che piacere !!! Avete letto anche la seconda parte giusto? 😉 Noi ci siamo stati a cavallo fra aprile e maggio e anche agosto è un ottimo periodo per visitare il Sudafrica, sopratutto per il Kruger! Il mare purtroppo non ci è rientrato ma se riusciste a fare anche un paio di giorni non sarebbe male! Tempo ne avete 🙂 Un bacione!

  8. Bellissimo! In quale periodo siete stati? Sto preparando il viaggio per fine agosto e vorrei capire il clima ch ci aspetta. Grazie mille!

    1. Ciao Riccardo! Siamo stati a cavallo fra aprile e maggio! Nel periodo che andrete voi è perfetto per il Kruger 😉 un saluto

    1. Ciao Gianna grazie 1000 🙂 ti abbiamo praticamente investito con il nostro viaggio e l’effetto ci sembra più che positivo ! Un abbraccio 😉

  9. Ciao ragazzi, fra un mese partiamo per il “nostro” SudAfrica! Dobbiamo dire che la scossa decisiva nello scegliere il SudAfrica ce l’avete voi! Grazie!

    1. Ciao Maurizio! Sapessi che enorme piacere è ogni volta leggere questi messaggi!!! Siamo contentissimi e sicuri di avervi dato la scossa giusta perché è un paese meraviglioso 🙂 Se doveste aver bisogno di noi scriveteci pure quando vi pare ! E buon viaggio naturalmente.

  10. Avevo visto tutta la vostra serie su YouTube e grazie a voi è diventato il mio viaggio dei sogni….!!! Aspetto a gloria la seconda parte perché spero di andarci presto ! Ciao grandi

    1. Mike, non sai quanto ci fa piacere il tuo commento! GRAZIE!!! Nel giro di qualche giorno buttiamo fuori anche la seconda parte. Un saluto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.