Itinerario THAILANDIA del Nord 15 giorni

DA BANGKOK AL TRIANGOLO D’ORO
COSA VEDERE E COME SPOSTARSI

Thailandia

Itinerario Thailandia del Nord: i nostri consigli per visitare al meglio questa terra.

Cosa sia il viaggio resta difficile da spiegarlo. Sicuramente è Asia.

La Thailandia è il paese che conosciamo meglio. I nostri viaggi in quella landa sorridente contano 3 timbri d’ingresso sul passaporto. Per noi è come una seconda casa. Questo è anche il paese per cui ci scrivete maggiormente ed ogni volta che vi diamo info o consigli di viaggio, ci ricordiamo quanto ne siamo terribilmente innamorati. Inoltre nell’ultima nostra avventura Thai, abbiamo girato un video che ha superato le 100k views. C.e.n.t.o.m.i.l.a. Qualcosa di inimmaginabile visto che sappiamo contare solo fino a 1000. Quindi, per tutte queste ragioni, le abbiamo dedicato il nostro primo itinerario scritto.

macedonia Thailandese

QUANDO ANDARE: Abbiamo visitato il nord verso fine marzo ed essendo periodo di Songkran (il capodanno buddista) ci ricordiamo solo tanti gavettoni ma dal cielo nemmeno una goccia (faceva caldissimo!). Le altre due volte sono state ad agosto e settembre. Qualche acquazzone tropicale di un’oretta ma niente di preoccupante. Non perdetevi dietro al meteo!

CIBO: Se amate la cucina asiatica come quella cinese, siete un passo avanti. La Thailandia è il paese per eccellenza dello street food, non serve accomodarsi a ristorante per mangiare, si può tranquillamente condividere con altri ragazzi un tavolo a bordo strada in mezzo ad orge di motorini e biciclette, ed il cibo è squisito!

Il piatto più famoso è il Pad Thai, noi ne siamo completamente assuefatti! Molto buono anche il Pad See Ew, una variante del primo. Per i più robusti invece c’è la Tom Yam Kung: una zuppa piccante con latte di cocco, gamberi e curry. Infine il Khao Pad, un riso fritto con verdure. Vi avremmo consigliato anche le cavallette che a noi sono piaciute un sacco, ma non ci sembrava carino! Basta adesso parlare di cibo Thailandese, ci è venuta fame e nessun carretto è parcheggiato di fronte casa nostra!

tom yam kung soup

TOM YAM KUNG SOUP – PICCANTE NEXT LEVEL

COSTI: Rispetto ad altri paesi dell’Indocina, la Thailandia è leggermente più cara. Questo per via del turismo sfrenato che ogni anno la vede fra le mete più ambite. I prezzi a Bangkok e sulle isole sono decisamente più alti. Chiang Mai rimane un gradino sotto ma, in linea di massima, nel resto del paese si spende davvero poco. 1 Euro è poco più di 40 bath e con 500 si dorme in camere bellissime.

SICUREZZA: La Thailandia è un paese sicuro. Estremamente sicuro. Le persone sono gentili e simpatiche. Nei nostri viaggi in oriente non ci siamo mai sentiti in pericolo né abbiamo subito situazioni spiacevoli. Tutt’altro.

MEZZI di TRASPORTO: Si arriva in taxi o con lo skytrain che porta direttamente dall’aeroporto alla capitale. Si usano i tuk tuk per gli spostamenti più veloci e gli autobus o i pendolari per raggiungere le città più lontane. Quando si deve visitare una cittadina, il motorbike rimane il mezzo migliore per ottimizzare i tempi e preservare le energie.

Cosa vedere in Thailandia del Nord ?

Mappa thiailandia

 

BANGKOK

Siamo a Bangkok per la terza volta, il nostro itinerario Thailandia del nord comincia da qui. Le porte scorrevoli dell’aeroporto si aprono e la solita guaina d’umido ci investe. Ma è stranamente piacevole. Bangkok è una città caotica e afosa, ma altamente attraente. Il ronzio dei tuk tuk, le urla dei Thailandesi nei mercati e l’odore del cibo per strada, sono solo alcuni elementi del suo fascino.

Da non perdere: Il Wat PhoWat Arun, Wat Ratchanatdaram e la Città Imperiale (i Wat sono templi Buddisti)Khao San road, il mercato di Pat Pong e l’immenso Chatuchak (aperto solo nel fine settimana), il Siam ed il Paragon Center per un po’ di shopping in stile Rodeo Drive, lo Sky bar Sirocco per una vista a 360° della città ed il Mercato Galleggiante. Il nostro consiglio è di non sostare troppo nella capitale, 3 giorni sono sufficienti. La vera Thailandia si trova al di fuori, si trova al nord.

Wat bangkok

WAT ARUN

Wat po

LA CITTA’ IMPERIALE

#NOTES: LA FAVOLA DEL MERCATO GALLEGGIANTE – Abbiamo dovuto sbatterci la testa un paio di volte prima di capire che a Bangkok città non esiste alcun mercato galleggiante. Si è così! Passeggiando sulle rive del Chao Phraya ci sono adescatori che con immagini del vero mercato vi invitano ad un’uscita in barca: “Today beautiful because not too much boat” (ci credo “not too much boat” non c’è nessuno! “icchè si fotografa le trote?!”). Questi portano i turisti a spasso per il fiume passando vicino ad un floating restaurant dove ormeggia qualche barchetta. La prima volta pensavamo fosse sciopero nazionale. La seconda invece, ci siamo accorti di aver preso un’altra bella padellata! Il vero ed inimitabile mercato galleggiante è il Damnoen Saduak e si trova 100 km a sud di Bangkok.

Mercato galleggiante bangkok

TRAFFICO DI CIBO AL DAMNOEN SADUAK 

BANGKOK > AYUTTHAYA (Minivan 1h circa)

AYUTTHAYA

Da Bangkok si scende con lo skytrain alla fermata “Victory Monument” e si arriva a piedi fino alla piazza nella zona dei minivan. Con pochi euro un accattivante autiere smilzo e sdentato vi porterà a due passi dalle rovine. Vi serviranno solo una mappa e molte bottigliette d’acqua!

Ayutthaya è la prima vecchia capitale che si incontra viaggiando verso nord. Le sue rovine sono i resti di una delle città più popolate e ricche d’Oriente. I monasteri giganti e gli alti reliquiari a torre danno un’idea dello splendore vissuto in passato. Il parco storico si gira tutto in giornata e i templi valgono tutti una visita.

#TIP: Se arrivate ad Ayutthaya nel tardo pomeriggio avrete tempo per cercarvi una sistemazione e il mattino seguente sarete pronti per visitarla. In più risparmierete sicuramente decine di euro di pernottamento, gli hotel costano un quarto rispetto a Bangkok.

rovine di ayutthaya

LE ROVINE DI AYUTTHAYA

buddha head ayutthaya

SINTONIA FRA NATURA E BUDDISMO

Wat Lokayasutharam

IL BUDDHA DISTESO E IL TURISTA PERPLESSO

AYUTTHAYA > LOPBURI (Bus 2h circa)

LOPBURI

Lopburi è un paese lungo 20mt con un paio di bar, un ferramenta ed un tempio con le scimmie (l’attrazione principale). Le piccole amiche pelose hanno completamente invaso ed occupato la città. Spuntano dai tetti, prendono tuk tuk, rubano snack nei bar e forse hanno anche un profilo Facebook. Il tempio è vicino alla stazione e la visita è talmente breve da farla al volo. Se avete poco tempo a disposizione saltate tranquillamente Lopburi e proseguite per Sukho.

Itinerario thailandia

IL BUS “OPEN SPACE” PER LOPBURI

Tempio Prang Sam Tot

IL TEMPIO DELLE SCIMMIE IN SCIOPERO

LOPBURI > SUKHOTHAI (Treno 5h circa)

SUKHOTHAI

#TIP: La “mancia” qui dobbiamo darvela subito!
ATTENZIONE! La fermata per Sukhothai è Phitsanulok. Se prendete il treno diurno da Lopburi ci vogliono circa 5 ore. In alternativa potreste prendere il notturno direttamente da Ayutthaya, le ore sono per lo più le stesse ma risparmierete una notte in hotel. Arrivati a Phitsanulok si prende un bus che in meno di un’ora porta alla stazione dei pullman. Da lì un tuk tuk vi accompagnerà in città.

In nostro itinerario Thailandia del nord arriva a Sukhothai, senza dubbio la nostra meta preferita. Il parco è un vero museo a cielo aperto e le rovine sono conservate benissimo. Questa è stata la capitale del primo regno Thai e il suo nome vuol dire “alba della felicità“.  Su una pietra del centro ci sono incise le parole di un vecchio re, che confermano come ai tempi vivessero un periodo di ricchezza e serenità:

“Questo regno è buono. Nell’acqua ci sono i pesci e nei campi c’è il riso. Non imporrò nessuna tassa a chi viaggia per andare a vendere e commerciare. Chi vuol comprare o vendere, lo faccia.”  

Buddha Sukhothai

DENTRO IL PARCO STORICO

Sukho è una destinazione tortuosa da raggiungere ed il parco è anche molto grande, per questo motivo non dovreste incontrare tanti turisti. Quel giorno eravamo quasi sempre da soli ed è stato bello avere ogni centimetro di spazio libero, ci è sembrato di rivivere nel passato ma soprattutto abbiamo potuto scattare una foto senza nessuna nonnina giapponese accanto!

Leggiamo spesso inoltre di noleggiare biciclette, ma noi ci ostiniamo a consigliarvi il motorino. Alcuni templi sono molto lontani fra loro e il sole in questi casi è un nemico. In viaggio è fondamentale mantenere le forze e quando pedali sotto 40 C° o sei un senegalese o diventi fonduta.

#HotelTIP: Noi soggiornavamo al “J&J Guesthouse“. Un piccolo e grazioso resort nei pressi della città nuova. Una doppia con la colazione costa circa 10€ (non è un errore di battitura).

wat si chum

WAT SI CHUM – IL BUDDHA GIGANTE DI SUKHOTHAI

Città' vecchia imperiali

LA CITTA’ VECCHIA AL TRAMONTO

SUKHOTHAI > CHIANG MAI (Bus 5h circa)

CHIANG MAI

Chiang Mai, ricettacolo di sorrisi ed avventure. Sorge a 700 km da Bangkok ed è la seconda città del paese. Le brochure brulicano di tour da organizzare e si possono fare talmente tante esperienze che una settimana andrebbe stretta!

Questo il nostro menù per 4 giorni: Bagno con gli elefanti, zip line, trekking nelle foreste, un incontro di Muai Thai, corso di cucina Thai e visita ad alcuni dei templi in città (il Doi Sutep rimane il più meritevole). Tutte queste uscite le abbiamo prenotate sia tramite la nostra guesthouse che in alcune agenzie locali. Il corso di cucina l’abbiamo fatto con l’Asia Scenic Thai Cooking School e ci siamo sbucciati dalle risate. Se lo fate chiedete di Ray!

#HotelTIP: “Ciammai” offre sicuramente l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le sistemazioni e ne siamo rimasti colpiti da una in particolare: la “Kavil Guesthouse” è fra quelle che hanno il compromesso migliore! E’ gestito da una coppia di fantastici burloni Thailandesi. La posizione è strategica e centrale, le camere sono carine e spaziose ed il prezzo, che ve lo diciamo a fare!?! La via principale inoltre si trova a 100 mt e di fronte c’è la scuola di cucina.

Zip line Chiang Mai

SCIMMIA URLATRICE SULLO ZIP LINE

itinerario thailandia del nord

PACHIDERMI A BAGNO

CHIANG MAI > CHIANG RAI (Bus 2.45 circa)

CHIANG RAI

La cantava anche Rihanna: “Chiang Rai like a diamond!” La sorellina è a 3 giri d’orologio da Chiang Mai. Pullman diretto e veloce. Degni di nota sono il Golden triangle, il villaggio con le Donne Karenla torre dell’orologio, il fantastico tempio bianco Wat Rong Khun ed un faticoso trekking per le cascate Khun Korn.

Abbiamo un ricordo meraviglioso di quei giorni e sopratutto del viaggio fino al triangolo d’oro. L’idea di spingerci in moto fino al confine ci elettrizzava. Era come fare un viaggio nel viaggio. Si arriva a Chiang Saen e si prosegue verso nord. Dopo aver visitato il punto d’incontro fra Myanmar, Thailandia e Laos si prosegue verso Mae Sai, porta d’ingresso alla vecchia Birmania, da li si rientra a Chiang Rai lungo la strada principale.

Vento, sole e chilometri sono il senso di libertà massimo del viaggio.

#HotelTIP: A due passi dalla torre dell’orologio c’è il Kanlaya Place, un’ottima guesthouse moderna e pulita. Di fronte c’è il nolo dei motorini e a pochi passi si trova una splendida zona con ristorantini e locali.

Tempio bianco Chiang Rai

WAT RONG KHUN – IL TEMPIO BIANCO DI CHIANG RAI

#NOTES: LE DONNE KAREN DI CHIANG RAI – Non è affatto semplice essere sempre informati o fare del turismo sostenibile. Nella maggior parte dai casi poi, si crede ad una verità che spesso non è tale. Per questo non vi diremo se sia giusto o sbagliato una visita a questa tribù (o almeno non lo faremo in questo articolo), perché anche noi eravamo molto combattuti, ma la nostra curiosità ci ha tolto i freni e l’esperienza che abbiamo vissuto poi, ci ha in qualche modo regalato una forte emozione.

Le Donne Karen di etnia Padaung hanno origini Birmane. In zona Chiang Mai sono stati creati dei finti villaggi, popolati da signore di città con al collo qualche anello e vendute per autentiche tribali. Se anche voi siete incuriositi, il villaggio dove poter respirare in maniera più autentica la vita di questa tribù, è a nord di Chiang Rai sulla strada per il triangolo d’oro.

Donne giraffa thailandia

PICCOLE DONNE KAREN

itinerario thailandia del nord – considerazioni

La Thailandia è la porta per l’Oriente. Il viaggio ideale per chi vuole affacciarsi sul continente asiatico. Accessibile e preparata al turismo, ricca di attrazioni e divertimenti. Un paese sicuro con persone gentili e disponibili ed una cucina squisita. Non sei mai sazio di Thailandia finché non ritorni, un viaggio che rimarrà per sempre nel vostro cuore.

Grazie infinite per aver letto il nostro primo itinerario! Se vi è piaciuto o ancora meglio vi è servito, scriveteci un messaggio nel box qui sotto e vi risponderemo molto volentieri! Vi lasciamo con il video del viaggio. Prova inconfutabile della nostra favolosa avventura. SAWASDEE KA viaggiatori.

You may also like

24 commenti

  1. Ciao ragazzi! grazie per aver condiviso la vostra esperienza!
    In merito all’affitto dei motorini come funziona? Li affittano senza problemi? Il costo?

    Grazie!
    Chiara

  2. Una fonte di ispirazione.
    Atterrerò a Bangkok il 7 Novembre dopo un aspettativa presa al lavoro di 6 mesi.
    Seguirò il vostro itinerario perchè ne sono rimasto molto colpito e non avendo limiti di tempo spero di godermelo al massimo.
    Siete Grandi e spero di riuscire a lasciare il lavoro per dedicarmi completamente ai viaggi zaino in spalla girando il mondo.
    Un abbraccio!!!

    1. Un’ottima aspettativa direi 🙂 ti facciamo il nostro più grande in bocca al lupo Emiliano… senza dubbio farai un viaggio memorabile 😉 un abbraccione

  3. Buongiorno ragazzi,
    volevo chiedervi un info….innanzitutto complimenti per il video e per la disponibilità che offrite nel dare consigli 🙂 🙂 volevo capire se i transfer da una città all’altra gli avevate prenotati prima di arrivare in Thailandia o se siete partiti all’avventura e avete fatto tutto in loco? avete fatto una polizza sanitaria?
    Grazie mille ragazzi 🙂

    1. Ciao Ale! Noi facciamo sempre tutto in loco perchè ci piace avere massima libertà di viaggio 🙂 Nessun problema per i transfer in Thai! L’assicurazione fatela perchè è fondamentale, non succederà mai niente ma meglio stare tranquilli 🙂 baci

  4. Grazie per i preziosi suggerimenti e complimenti per il video che mi ha strappato diversi sorrisi. Noi voleremo verso la Thailandia in dicembre e l’idea è di fare una settimana al nord e altri 10 gg sulle isole del mar delle Andamane. Sette giorni sono troppo pochi per ripercorrere il vostro itinerario? Se ci fosse da tagliare qualcosa, cosa suggerireste di evitare?

    1. Ciao Costanza! Grazie per averci scritto 🙂 e scusa se rispondiamo solo adesso ma siamo appena rientrati alla base! 7 giorni non sono un buon margine per visitare il nord ma forse tagliando qualcosa e correndo si potrebbe fare. Ayutthaya e Sukhothai dovete vederle senza dubbio! Saltate Lopburi e tirate fino a Chiang Mai. Li dipende da quante cose volete fare e vedere. Fate una scelta! E poi a Chiang Rai senza dubbio farei il tempio bianco, le donne giraffa vedete un po’ voi! Il triangolo d’oro potreste saltarlo, non è che l’incontro di tre stati! Speriamo di esservi stati d’aiuto! Scriveteci pure per qualsiasi altra cosa 😉

  5. Ma come già finito il videoooo?! Ahahaha grande ragazzi fate venir ancor più voglia di viaggiare 😀
    Vi ho scoperti per caso… sto organizzando un viaggio in Thailandia fai da me un po’ improvvisato… e non vedo l’ora di essere là!!!
    Grazie per il vostro bel racconto e a presto
    Ci

    1. Cinzia ciao 🙂 grazie del bellissimo commento! Ci piacciono i viaggi fai da me…sono quelli che danno più soddisfazioni !!! Se hai bisogno di info messaggia pure, anche su Facebook se preferisci !!! Un grande saluto e buon viaggio, sarà magnifico 😉

  6. Sono arrivata qui tramite la pagina Facebook dei viaggi social !! Mi piace molto il vostro modo di comunicare…complimenti per il bellissimo itinerario vi seguo volentieri ragazzi!! Gio

  7. CiAO ragazzi e complimenti per il blog!!! Secondo voi, è possibile fare il vostro itinerario in 11 giorni ? Grazie un saluto !

    1. Ciao grazie mille !!! Facendo due conti veloci, se avessi 11 giorni pieni non è impossibile ! Certo diventa una corsa contro il tempo! Io dedicherei 5 giorni fra Chiang Mai e C.Rai, 3 giorni Sukhothai e Ayutthaya, max 3 a Bangkok. Ma con un nickname così potresti fare anche meglio 😉 ahahah

  8. Wooow che super itinerario dettagliato! E che foto stupende….
    Siete una vera sorpresa ragazzi…Grandi!

    1. Grazie cara ci hai fatto fare un bel sorriso !!! Resta con noi, fra poco usciranno altri bellissimi itinerari !!!

    1. It would be great if you could read our blog in English Joe. We know Google Translate and even if is not perfect, it can help you! CIAO

  9. Tutti posti stupendi, ci sono stata l’anno scorso con avventure nel mondo…Sukhothai è meravigliosa…
    Complimenti per il blog ragazzi!

    1. Sukhothai è magia pura…ed essendoci stata puoi capire molto bene !! Grazie per i complimenti Eli è bello ti sia piaciuto !! un bacio

  10. Io e il mio ragazzo partiremo fra due settimane, siamo euforici, sicuramente i vostri consigli ci sono stati d’aiuto

    1. Ciao Annalisa ! Beh allora vi calza a pennello e questo non fa altro che farci ancora più felici ! E ricorda, se avete bisogno di altre info, ci sentiamo su Facebook! 😉

  11. Non dirmi quanti anni hai, o quanto sei educato e colto. Dimmi quanto hai viaggiato e cosa sai. (Maometto)
    Io viaggio insieme a voi da sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.