CAMMINO DEI BRIGANTI in 5 giorni: La guida completa

  • Categoria dell'articolo:ITALIA / ITINERARI
  • Tempo di lettura:7 mins read
You are currently viewing CAMMINO DEI BRIGANTI in 5 giorni: La guida completa

GUIDA COMPLETA AL CAMMINO DEI BRIGANTI

Mi stavo annoiando moltissimo ad inizio ottobre e quando un caro amico abruzzese mi ha proposto di andare a trovarlo per fare insieme il Cammino dei Briganti, la sera stessa avevo già preparato i bagagli!

Questo 2020 sarà ricordato per molte cose. Purtroppo è stato un anno difficile ma dobbiamo vedere sempre e solo il lato positivo degli eventi. Nonostante tutto ciò che è successo sono sicuro che senza questa pandemia non avrei mai fatto un’esperienza del genere, per cui sono  felice, perchè sarebbe stato un enorme peccato! 

Ma andiamo per ordine…

DOVE SI TROVA IL CAMMINO DEI BRIGANTI?

Il Cammino dei briganti è un percorso ad anello che attraversa le regioni del Lazio e dell’Abruzzo. Questo si sviluppa precisamente fra le due regioni storico geografiche della Marsica e del Cicolano, ai piedi del monte Velino. L’itinerario passa attraverso boschi, montagne ed una natura selvaggia che custodisce piccoli borghi medievali abbandonati al tempo. Il percorso inizia e si conclude nella piazza di Sante Marie, un piccolo paesino in provincia de L’Aquila.

tappe del cammino dei briganti
5 giorni tappe cammino briganti


LUNGHEZZA DEL PERCORSO AD ANELLO

Il Cammino dei Briganti è lungo 100km. In questi km è compreso anche il percorso che porta al lago della Duchessa, una tappa per molti facoltativa, un luogo invece che non dovreste assolutamente perdere. Sul sito del cammino dei briganti consigliano di fare questa esperienza in 7 giorni. Personalmente penso che siano eccessivi, se si dividono le tappe in maniera equilibrata, il cammino è percorribile tranquillamente in 5 giorni. Ricordatevi inoltre che è un percorso a quote medie: si parte da un dislivello di 850 mt. , ci si inerpica lungo l’Appennino fra passi e vette più o meno difficili arrivando a toccare un’altitudine massima di 1920mt.

COSA METTERE NELLO ZAINO

Siccome avevo bisogno di un leggero spazio in più per inserire l’attrezzatura video e le scorte di cibo, per questo viaggio ho scelto uno zaino da 50 lt. Vi consiglio Il Day Dream 50 di BACH, io mi sono trovato benissimo! Questo zaino ha un’apertura frontale, un accesso immediato allo scompartimento inferiore, un sacco di tasche utili, è super resistente e ha il guscio impermeabile integrato!

Ma vediamo cosa mettere nello zaino per il cammino dei briganti in autunno:

  • Intimo per 5 giorni: 5 slip e 3 calzini di spugna
  • 1 t-shirt in cotone
  • Maglia sintetica a pelle (maniche lunghe)
  • Pile smanicato + Felpa
  • Piumino 100 gr
  • Guscio Impermeabile antivento Outdoor Research
  • Calzamaglia
  • Calzini tecnici
  • Pantaloncini Corti multi-tasche
  • Scarponcino da trekking
  • Borraccia
  • Scorte di cibo + snack + integratori
  • Attrezzatura foto/ video
  • Tazza, piatti e posate, fornellino da campeggio
quale zaino scegliere


COSA MANGIARE DURANTE IL TRAGITTO?

Il cibo è un aspetto da non sottovalutare mai durante questi viaggi a piedi, soprattutto se si attraversano luoghi selvaggi come quelli della Marsica e del Cicolano. 

Le cene e le colazioni sono sempre incluse nel pernottamento, vi basterà organizzarvi direttamente con la vostra struttura. Per i pranzi invece il discorso è diverso! Quando abbiamo percorso il cammino dei briganti era fine ottobre e le strutture ed i locali iniziavano a chiudere. In 5 giorni abbiamo trovato solo 2 bar aperti, per questo è fondamentale fare scorte di cibo! Abbiamo iniziato con un riso freddo cucinato da casa, poi noodles o pasta istantanea, insalate di tonno, pane e affettati, snack etc. Ci siamo portati dietro il fornellino da campeggio e la sosta pranzo era diventata il momento più atteso della giornata. Ovviamente avevamo pure la moka per fare il caffè…perdonami madre por mi vida assai italiana!

Un consiglio che mi sento di darvi è di non dimenticare della frutta secca. In occasioni di vera necessità è una fonte di energia immediata! Poi dovreste acquistare quei gel idrolitici che usano anche i ciclisti sotto sforzo. Io li ho trovati da decathlon e quando ero sfinito mi hanno rimesso in corsa!

dove mangiare cammino briganti


DOVE DORMIRE DURANTE IL CAMMINO DEI BRIGANTI

Se effettuate il cammino dei briganti d’estate potreste pensare di dormire in tenda! Lo spazio non manca e ci sono diverse aree attrezzate! Le temperature d’autunno però sono già molto rigide da queste parti per cui abbiamo deciso di pernottare nei vari b&b lungo il tragitto. Purtroppo la stagione e il covid ci hanno messo più volte in difficoltà con l’itinerario, che abbiamo dovuto adattare alle disponibilità dei locandieri.

Queste sono le strutture dove abbiamo pernottato:

Nesce – da Franca
Cartore – Margherita e Mauro
Magliano dè Marsi – B&B Valle Gio (OTTIMO)
Casale Le Crete – Agricampeggio Gargano

La spesa in media è stata di 35€ a notte incluso colazione e cena (a parte l’agricampeggio che offre solo la cena “al sacco”)

Sul sito ufficiale del cammino dei Briganti trovate nel dettaglio dove dormire ma soprattutto quali sono le strutture consigliate

cammino dei briganti


ITINERARIO COMPLETO A TAPPE

GIORNO 1: SANTE MARIE / NESCE – 22KM – 8h00

Sante Marie – Santo Stefano – Valdevarri – Poggiovalle – Nesce

GIORNO 2: NESCE / CARTORE – 18KM – 6h35

Nesce – Villerose – Spedino – Cartone

GIORNO 3: CARTORE / MAGLIANO DE’ MARSI (LA DUCHESSA) – 28KM – 9h40

Cartore – Lago della Duchessa (anello 15 km) – Passo delle Forche – Rosciolo dè Marsi – Magliano dè Marsi

GIORNO 4: MAGLIANO DE’ MARSI / LE CRETE – 10KM – 3h05

Magliano dè Marsi – Sorbo – Casale Le Crete

GIORNO 5: CASALE LE CRETE / SANTE MARIE – 22KM – 7h45

Casale Le Crete – San Donato – Scanzano – Sante Marie

lago della duchessa

Come vi avevo anticipato , purtroppo a causa del covid  abbiamo dovuto soggiornare dove c’era disponibilità ! Le uniche modifiche che vi consiglio di fare alle tappe qua sopra sono queste:

La notte del terzo giorno, dormite di nuovo a Cartore oppure a Rosciolo, arrivare fino a Magliano è troppo faticoso. 

La notte del quarto giorno, dormite a Le Crete se siete partiti da Cartore, in alternativa potete anche valutare San Donato.

cammino dei briganti la duchessa
altitufdine cammino dei briganti

SPEDIRE LO ZAINO?

Fare il tratto della Duchessa con uno zaino da 50 lt sulle spalle è una fatica non da poco. Questa tappa è di per sé già impegnativa e va vissuta a schiena libera, gli zaini potrebbero renderla impossibile. Per cui vi consiglio due strade: o li lasciate nella vostra struttura a Cartore, ma dopo dovreste allungare il tragitto per tornare a riprenderlo se decideste di fare lo stesso percorso nostro. Oppure ve li fate portare nella vostra prossima struttura da Luca: Che siate in 2 o in 5 il costo del trasporto è di 30€. Questo è il suo numero: 3408276002

LE AVVERTENZE!

UFFICIO DEL CAMMINO: L’accoglienza e l’assistenza di Luciana è stata esemplare! L’ufficio si trova al piano terra del municipio di Sante Marie. Da qua parte e finisce il cammino dei briganti. Potete ritirare i salvacondotti, cioè un foglio dove apporre i timbri lungo il cammino, l’attestato di Brigante e la mappa. Per qualsiasi informazione il numero da chiamare è: 333 8601069

PRENOTAZIONI: I posti letto sono limitati e in alta stagione c’è molta richiesta. Prenotate in anticipo sia dormire che mangiare, senza potreste avere grossi problemi!

PERICOLI: La natura qua non è addomesticata! Lo scrivono sul sito ufficiale del cammino dei Briganti, questo perché si sappia che si attraversano zone totalmente selvagge dove l’uomo è ospite e non padrone. Per cui fate sempre attenzione, soprattutto se scegliete di dormire in tenda!

SEGNALAZIONI: Mi aspettavo di avere molte più difficoltà. Questo percorso sta nascendo in questi anni e sinceramente mi è sembrato ben segnalato. Ovviamente ci sono delle zone dove i segnali andrebbero integrati, ma con un buon senso d’orientamento ed un telefono, difficilmente vi perderete.

DIFFICOLTA’: Il percorso è alla portata di tutti ad eccezione della tappa al lago della Duchessa, quella è per camminatori più esperti. Il primo giorno dosate bene le forze e fate un paio di pause in più per non affaticarvi troppo, il giorno dopo ne accuserete!

BAMBINI: Tolta la tappa alla Duchessa consiglio il cammino dei briganti a grandi e piccini anche senza allenamento. Questo si può effettuare anche in bicicletta e in alcuni tratti pure a cavallo. Informatevi se non volete farlo tutto a piedi.

tappe cammino dei briganti
autunno cammino la via

Per concludere vi lascio il video integrale della mia esperienza, mettetevi comodi e guardatelo fino alla fine, ci vediamo lungo il Cammino dei Briganti  (fate clik su questo link per andare al video!)

Questo articolo ha 10 commenti.

  1. Laura G

    Buongiorno sono Laura vorrei fare il Cammino il prossimo 25 aprile ,in 5 tappe ma visto che partirei da sola chiedevo se c e qualcun altro che parte il mio stesso periodo.grazie

    1. Mattia

      Ciao, avevo i tuoi stessi piani, io mi porto su il cane

    2. Sergio

      Ciao Laura vedo che siamo in tanti sul cammino….. bene
      Io inizio da Sante Marie il 22 e l’ho diviso in 5 tappe
      Sante Marie – Villerose
      Villerose – Cartona
      Cartona – Magliano dei Marsi
      Magliano dei Marsi – Scansano
      Scansano Sante Marie
      Buona giornata

  2. Daniela Angelozzi

    Bgiorno è prevista una partenza in giugno? Quando esattamente?

  3. Corrado

    Ciao Emanuele, innanzitutto grazie per le descrizioni ed i consigli; pensavo anch’io di percorrere questo cammino in meno giorni rispetto alla guida. In verità pensavo di percorrerlo in 4 giorni, basandomi sull’esperienza della Via degli Dei, quasi 120 km con dislivelli significativi, che percorsi in 4 giorni a febbraio 2020.

    Ho visto dalle foto colori stupendi. Ci siete andati ad ottobre? Che tempo avete trovato? Di solito cammino più in leggerezza, mai più di 7 kg sui cammini di lunghe tappe giornaliere. C’è un ponte lungo a fine ottobre che potrebbe fare al caso mio.

    Si accettano consigli ovviamente

  4. olga

    Buonasera,
    Chiedo se possibile avere le tracce gps del percorso?
    Grazie
    Olga

  5. Roberta

    Ciao Emanuele in giugno vorrei fare il cammino e lo vorrei condividere con la mia canina, non ho ancora preso la guida ma ho cmq parzialmente capito che ci sono strutture dove il cane cmq può dormire, hai qualche notizia in più? Grazie Roberta

  6. Stefania

    Sto organizzando ora il cammino, utilissimi consigli. Volevo abbreviarlo ma credo che farò sette giorni. Mi sembra troppo impegnativo accorpare le prime due tappe.

    1. Emanuele Bartolini

      Ciao Stefania !! Ho letto solo adesso, sei riuscita a farlo alla fine?? 🙂

      1. Anonimo

        Ciao Emanuele, io vorrei in giugno fare il cammino, pensi che sia fattibile con la mia canina? Devo ancora prendere la guida per capire in quali strutture i cani possono dormire. Roberta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.